mercoledì 18 ottobre 2017

https://youtu.be/IkGoD77BN-0

Uomini peggio delle bestie

http://www.huffingtonpost.it/2017/03/22/violenza-sessuale-torino-vittima-grida-solo-basta_n_15537356.html?utm_hp_ref=italy
http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/10/13/danno-poi-frignano-libero-infuriare-asia-argento_YY6pN5ogBsHvUcReVBRdjK.html

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13264562/renato-farina-asia-argento-differenza-stupratore-sporcaccione.html

http://www.repubblica.it/spettacoli/people/2017/10/18/news/caso_weinstein_asia_argento_via_dall_italia_tornero_quando_le_donne_potranno_combattere_insieme_-178587517/




    Il caso recente del mega produttore Weinstein, definito da Asia Argento un “predatore seriale”, porta alla ribalta dell’attenzione mondiale un modo d’essere, di alcuni uomini, nei confronti della donna, che è il prodotto di una cultura, o meglio noncultura, maschilista, reazionaria e quasi fascista, che da sempre domina i rapporti fra i due sessi.
    Nel tempo qualcosa è mutato, e forse il numero degli uomini predatori è diminuito, ma sempre ne restano tantissimi, di ogni ceto, religione e stato sociale, nonché di ogni età e professione. Il fatto della coraggiosa, seppur tardiva denuncia di Asia Argento, che ha dato la stura ad altre innumerevoli denunce di donne che hanno trovato lo stesso coraggio di esporsi, malgrado le critiche e i commenti di chi è ancora schiavo di comportamenti ignobili, ne è la conferma più eclatante nelle parole di individui beceri come quelli del giornalaccio Libero ( mai nome e significato sono stati più infangati e arbitrariamente usati), come si può vedere dai link qui sopra.

   Individui, se tali possono essere definiti, come i Feltri, i Farina, i Belpietro, i  beceri esponenti di una non cultura di destra, arruolati nella corte del sempre vivo Cavaliere Nero, (che come un novello Faust, avendo venduto
 l’anima a Satana è ancora qui a impestare il creato), sfogano tutto il loro bagaglio di schifezze, d’ideologie razziste, maschiliste, aggredendo impietosamente chi è stata vittima, per una volta ulteriore, senza dare alcuna possibilità di spiegazione, senza essere in grado della minima comprensione.
Certo che se anche la Giustizia si comporta secondo canoni maschilisti, come il caso di Torino  sopra linkato,  ancora è lunga la strada.
 

 Dopo la denuncia di Asia, come lei mi auguro che ne vengano mille altre, per un inizio di rivoluzione culturale che significherebbe un passo avanti nella coscienza collettiva, e un recupero del grave danno che il ventennio berlusconiano ha causato nel sentire collettivo di un popolo ancora non affrancato da ideologie fasciste, leghiste e razziste. Me lo auguro da un punto di vista maschile che ha sempre respinto il comportamento macho e prevaricatore di altri uomini, meno evoluti.

sabato 2 settembre 2017

La Caccia, un'assurdità del 2000







 Secondo l'assessore, "il calendario venatorio della Regione Siciliana prevede numerose disposizioni a tutela della fauna rispetto agli anni precedenti, come regimi di tutela particolare per alcune specie migratorie, limitazioni sul turismo venatorio selvaggio, (introdotte per la prima volta in Sicilia) sul numero di capi prelevabili e sulle modalità di caccia (ad esempio allodola in appostamento ed uso del furetto) oltre a prescrizioni speciali nelle zone vicine alle aree interessate dagli incendi: per la prima volta è stata introdotta una fascia di rispetto di 100 metri lungo i confini delle aree colpite dalle fiamme, dove sarà interdetto il prelievo venatorio, oltre al generale divieto di caccia nelle zone percorse da incendio stabilito dalla legge. Il decreto sul calendario venatorio è il frutto di un lungo lavoro di confronto con tutti i portatori di interesse del mondo ambientalista, venatorio, agricolo e scientifico che sono rappresentati all’interno del Comitato Faunistico Venatorio".


 La disposizione
Esclusivamente i cacciatori residenti in Sicilia potranno cacciare in preapertura le specie Coniglio selvatico, Tortora, Colombaccio, Merlo, Ghiandaia e Gazza. Queste le date e le modalità: Coniglio selvatico nei giorni 2, 6 e 10 settembre da un’ora prima del sorgere del sole fino alle ore 12. Tortora, Colombaccio, Merlo, Ghiandaia e Gazza nei giorni 2, 3, 6, 9 e 10 settembre (solo d’appostamento) con un carniere massimo giornaliero di 5 capi per specie (ad eccezione del Colombaccio) e 15 capi totali.
Viste queste disposizioni mi piacerebbe sapere com’è che fra le specie cacciabili possano essere compresi il Merlo, con il suo verso melodioso, il Colombaccio, la Gazza e la Ghiandaia. Si mangiano pure questi, i raffinati palati degli sparatori? E sono così preparati da riconoscerli in volo? 


Ecco 2 settembre si apre la stagione di caccia,addirittura è preapertura così per favorire quei bipedi che non stavano nei loro calzoni pieni di merda per poter correre a sparare a un coniglietto o una tortora. Bella gente questi cacciatori del 2000, ancora hanno bisogno di praticare un comportamento che se aveva un senso e una giustificazione quando l’uomo doveva procurarsi di che sfamarsi, oggi che abbondano i territori percorsi dal fuoco, che già ha fatto strage di animali d’ogni specie, dovrebbe essere giudicato dalla maggioranza come un inutile spargimento di sangue. Ma si sa certi individui si realizzano sparando con fucili di precisione ad animaletti con solo l’arma della fuga.

Poi fatto più grave è che ancora la caccia venga considerata da certi politici come un diritto sacrosanto, e per non scontentarla, in chiave elettorale, venga sempre accontentata la lobby dei cacciatori. L’assessore Cracolici si dimostra soddisfatto perché avrebbe introdotto, sulla carta, alcune limitazioni, ma io vorrei sapere quanti e dove sono gli ispettori che dovrebbero controllare le norme. Qui da noi nel vallone di Balestrate vige la massima libertà, per chi spara: di avvicinarsi alle case abitate, di sparare a qualunque ora, pure di sera, e anche nei giorni vietati. Io di questa situazione sono veramente disgustato, mi piacerebbe capire quanti individui pensanti condividono la mia posizione.

domenica 6 agosto 2017

gli elementi ...ci annientano

http://www.meteoweb.eu/2017/08/incendi-palermo-rogo-a-monreale-distrutti-alberi-da-frutta-e-macchia-mediterranea/945975/

/http://www.meteoweb.eu/2017/08/maltempo-disastro-sulle-dolomiti-nella-notte-bomba-dacqua-in-val-pusteria-dispersi-e-feriti-live/945668/


 Ci annientano

acqua  fuoco aria terra
i quattro elementi alla base della vita
per ogni regione per ogni cultura
dai più lontani passati
sempre esistono esisteranno
vivono e agiscono insieme a noi…

ma noi, tutti, siamo capaci
d’interagire sapientemente?
sappiamo conviverci serenamente?
a queste domande ognuno
può rispondere come vuole, come sa
secondo coscienza…
io dico recisamente di no
e oggi più che mai loro parlano
ci mandano moniti…

fuoco e acqua che si guardano in cagnesco
giacché l’una può spegnere l’altro
oggi sono alleati, prima uno poi l’altra
ci assediano, ci annientano…
l’aria e il vento sono complici
degli immani roghi
i cui unici maledetti colpevoli
sono loro gli uomini stolti e malvagi…
anche la terra ogni tanto fa sentire la sua voce
che è cavernosa inquietante distruttiva
mentre i ghiacciai si sciolgono…

ecco, ancora più di ieri
che erano con poche difese, senza scienza
oggi noi che siamo popoli civili evoluti
non sappiamo convivere con gli elementi
pretendiamo di schiavizzarli di dominarli
e loro ci travolgono
ci annientano…

noi che abbiamo scienza a profusione
che viaggiamo sulle note e sulle onde
che possiamo vedere nel momento
ciò che accade all’altro capo del mondo
noi siamo ciechi dall’ingordigia
di possedere tutto senza capirlo,
senza amarlo…

no, non vedo un orizzonte pulito

martedì 25 luglio 2017

La pestilenza degli incendi

(ANSA) - TRAPANI, 23 LUG - Domato, con l'ausilio di tre Canadair, l'imponente rogo che ha interessato la Riserva naturale dello Zingaro, nel Trapanese. Il fuoco ha distrutto tutto il versante Sud (la zona più alta dell'area protetta)

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2017/07/13/news/sicilia_allarme_incendi_oggi_allerta_massima_in_sette_province-170672514/



.http://palermo.gds.it/2017/07/24/incendi-nel-palermitano-canadair-vicino-alla-spiaggia-a-isola-delle-femmine-video_701005/




Luridi incendiari

sono qui che ebbro di rabbia
assisto impotente
allo spettacolo terrificante
del cerchio d fuoco
che spavaldo tutto brucia…

le fiamme lontane sono alte
e non c’è niente e nessuno
che le possa arrestare…

mentre qualche schifoso essere
più ripugnante di un topo di fogna
celato dietro la sua viltà
gongola ebete del danno universale…

li chiamano piromani
ma sarebbe un pregio
essere solo dei malati di mente…

io non credo ma spero
che un giorno possano soffrire
le pene dell’inferno peggiori
oltre che soffocare nella merda
da ora subito…

non so se sia una nuova faccia
della strategia della tensione
che già in passato cose e corpi
ha vigliaccamente disintegrato…

ma colpire così il patrimonio
che è di tutti, anche dei tuoi figli
povero stronzo incendiario
ti scava solo la fossa di sotto…

ma essendo col cervello bacato
ciò non sei in grado di capirlo
e a noi non resta che sopportarlo
come l’ennesima schifezza
di questo mondo imperfetto